Visualizza articoli per tag: temperatura

Benvenuta Primavera!

 

E con l'attività fisica come la mettiamo??? 

rimettersi in forma

Emoticon tongue
Di certo fra voi c'è chi arriva all'appuntamento con la nuova stagione già in forma smagliante, pronto per la prova costume che comincia a penzolare sopra le nostre teste come la spada di Damocle... 
Qualcuno invece ha ripreso o sta pensando di riprendere un po' di attività fisica all'aria aperta, approfittando delle temperature più dolci e del prolungamento delle ore di luce.

E pensare che è proprio l'adattamento da parte dl nostro organismo a comportare uno sforzo in più che si traduce nella tipica sensazione di stanchezza e sonno che ci accompagna di solito fino ad aprile inoltrato! 
Emoticon gasp

A questo proposito riporto il testo direttamente dalla pagina ufficiale del sito AIIPA, Associazione Italiana Industria Prodotti Alimentari:

"La luce rappresenta l'elemento meteorologico che maggiormente influenza la nostra Vita, agendo direttamente sull'organismo. 
Il nostro orologio biologico è infatti influenzato dalla luce solare attraverso un ormone – melatonina – che regola il ciclo sonno-veglia, indicando al nostro corpo la fase del riposo. La luce, inibendo la produzione di melatonina, induce a un surplus di lavoro che può in alcuni casi generare quella sensazione tipica d’affaticamento del cambio di stagione.
Con l’aumento delle ore di luce anche gli stili di vita subiscono delle variazioni; se durante la stagione invernale si tende a considerare conclusa una giornata intorno alle 18-19, con l’arrivo della primavera e dell’ora legale si posticipano le attività anche di un paio d’ore, cosa che contribuisce non poco alla sensazione di stanchezza!

Anche la pressione arteriosa può subire modificazioni che contribuiscono alla sensazione di spossatezza e astenia. L’aumento della temperatura può provocare in soggetti particolarmente sensibili, un abbassamento della pressione che genera stanchezza cronica, senso di inadeguatezza fisica, vertigini, sonnolenza dopo i pasti e, in alcuni casi, forti mal di testa." 

E allora?
Allora potremo decidere di prenderci del tempo per noi, passando man mano più tempo all’aperto, così la luce solare aiuterà la secrezione della melatonina, aumenteremo l’energia cerebrale e il tono, l’umore. Insomma inebriamoci di luce e la nostra lucidità mentale e forza di volontà saranno più reattive.

Se poi abbiniamo a questo esercizio un bel bagno caldo che dilaterà i vasi sanguigni, aiuteremo i tessuti ad eliminare l’acido lattico, uno dei responsabili della nostra stanchezza; potremo aggiungere magari delle essenze, limone e mandarino per sciogliere la fatica muscolare e godere degli effetti benefici degli aromi.

Usciamo a fare una passeggiata? 
Emoticon wink

by Metamorphosya 

‪#‎attivitàfisica‬ ‪#‎primavera‬ ‪#‎orediluce‬

‪#‎melatonina‬ ‪#‎provacostume ‬#metamorphosya 

 

 

 

Soluzioni per l'Inverno

Pelle inverno

Soluzioni per l'inverno.

D'inverno la pelle ha diverse esigenze. Meno sole, smog in città, ore in ufficio o ambienti chiusi, un panino al volo...i ritmi frenetici possono compromettere anche la bellezza della pelle.

Il freddo induce il corpo a portare il sangue nei nostri organi interni, i vasi sanguigni vanno a lavorare sugli organi vitali, per un sistema di autoregolazione dell'organismo.

L'idratazione deriva dall'interno e per questa scala di priorità decisa dall'organismo, l'acqua non viene trasportata come dovrebbe e la pelle si disidrata.

Risultato: la pelle si disitrata, tende ad assottigliarsi, si squama.  

 

Gli sbalzi di temperatura agiscono ancora di più sui vasi sanguigni, provocando continue vasodilatazioni e contrazioni e questa iperattività vasomotoria porta a peggiorare la situazione.

In inverno lo sbalzo di temperatura da quella esterna a volte è superiore a 20gradi. I vasi sanguigni sono soggetti a contrazione e dilatazione di continuo. 

L'utilizzo del riscaldamento è la terza causa di disidratazione: ambienti di aria secca provocano uno stress che rende la pelle ancora più sensibile.

La pelle risulta così facilmente soggetta a secchezza associata a sensazione di tensione; rughe fini e profonde aumentano significativamente, dando luogo ad un circolo vizioso in cui la secchezza ne favorisce la comparsa.

La mancanza o riduzione del film idrolipidico della pelle in inverno peggiora la situazione.

Se consideriamo che in generale ci è più difficile ricordarci di bere nella stagione più fredda...il gioco è fatto!

Il fotoinvecchiamento accade anche d'inverno e bisogna usare sempre il fattore di protezione solare.

Eh sì, anche le le radiazioni più leggere invernali contribuiscono al fotoinvecchiamento.

Inoltre d'inverno la pelle si arrossa. Il rossore non è un problema di salute, ma estetico. È fondamentale però calmare questo rossore, se non viene trattato tende a peggiorare.

Se non si calma il rossore l'effetto è che i vasi sanguigni tendono a rimanere in superficie. A 60 anni si ottiene una situazione peggiorativa riguardo a couperose e rossore.

La rosacea è la couperose (in francese) con rossori accentuati, effetti a pustule. La couperose non è solo la pelle arrossata, ma una vera e propria alterazione del microcircolo.

La microcircolazione infatti diminuisce col freddo la sua corretta attività...

Slogan

 

Metamorphosya

La Filosofia del Cambiamento 

 

        480px Instagram logo

 

Contatti Aziendali

 00144 Roma  - EUR
 Phone : +39
 Fax : +39 1782 709754
 Email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Photo Gallery

Elenco Articoli

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, a fini di analisi statistiche e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il tuo consenso a tutti o ad alcuni cookie presenti su questo sito clicca sotto

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie